Etichettato: Eutanasia

Conseguenze dell'accanimento terapeutico

(che la Chiesa Cattolica forse non ha considerato)

Erano le ultime ore del giorno di Parascève e tutti si stavano preparando allo Shabbat, quando al Gòlgota arrivò un drappello di soldati romani. Il loro capo andò dal centurione che comandava la guardia e disse:
− Siamo venuti a spezzare le gambe ai condannati. I Giudei non li vogliono qui, domani: è una festa importante, per loro.
Il centurione scosse il capo:
− Non è possibile: la legge impone di lasciarli esposti anche dopo la morte, come esempio.
Il capo del drappello, un giovane romano dalle movenze effeminate, ma sprezzante nei modi, gli rise in faccia. Fu una risata singola e breve: tanto breve che suonò come uno schiaffo, e sul centurione sembrò avere il medesimo effetto. Per un attimo sembrò sul punto di aggredire il giovane, ma si trattenne. Era come se qualcosa lo intimorisse; credo dipendesse dal fatto che il centurione non era romano. Il giovane si girò, incurante, e camminò verso le tre croci.

Leggi l’articolo