Etichettato: Corsari

La sicurezza è un lavoro di scartoffie

My name is Captain Kidd
As I sailed, as I sailed
My name is Captain Kidd
And God’s law’s I did forbid
And most wickedly I did
As I sailed

Captain Kidd’s Farewell to the Seas

Prima parte – un codice etico per il corsari informatici

Fare il pirata, fra il XV e il XVII secolo, poteva essere molto redditizio. Mentre il salario medio di un marinaio variava fra le dieci e le trenta sterline l’anno, un pirata poteva arrivare a “guadagnare” cento o, in alcuni casi fortunati, anche mille volte di più. Non solo; mentre sulle navi mercantili e ancor più su quelle militari i marinai erano sottoposti alla dittatura del comandante e dei suoi ufficiali, i pirati vivevano in una società democratica in cui ciascun individuo aveva pari diritti degli altri, indipendentemente dal suo sesso, dalle sue origini o dal colore della sua pelle.
Leggi l’articolo

Condividi: