Etichettato: Valori

La Dama Velata

Una favola per bambini grandi

A B e C

Tanto tempo fa, in un paese lontano lontano, vivevano tre amici: A, B e C. Erano tutti e tre dei bei ragazzi, avevano raggiunto una solida posizione economica ed erano in quell’età in cui ogni uomo sente il bisogno di mettere ordine nella sua vita.

I tre amici avevano l’abitudine di incontrarsi al bar del paese, dopo il lavoro; bevevano una birra e chiacchieravano del più e del meno. Una sera di Settembre, mentre il sole tramontava con leggero anticipo rispetto al giorno prima, colorando di rosso il cielo e di malinconia gli animi, A disse:
– Sapete cosa stavo pensando, questa mattina?
– Al culo di Maria? – chiese B, ma pagò cara la sua scostumatezza, perché C, che stava bevendo un sorso dal suo boccale, ridendo gli spruzzò la birra sui pantaloni. I due cominciarono a litigare fra loro, ma A li ignorò e, con lo sguardo fisso sulle brume che nascondevano il fondo della valle, disse:
– No, – stavo pensando che ho bisogno di una moglie. Leggi la favola

Condividi:

Amore e Arte

Considerazioni apodittiche su due concetti troppo spesso malintesi

PDF

Questo articolo esaminerà le affinità fra l’Amore e l’Arte.
La prima e più evidente affinità fra questi due termini sono le lettere iniziali e finali (“A” ed “E”), ma indulgere su questa similitudine ci porterebbe inevitabilmente a considerare l’aggettivo: anale, deviando non poco dal percorso logico che desidero intraprendere, quindi la tralasceremo.
Leggi l’articolo

Condividi:

Life as a service

Cloud for human beings

PDF

“Sei arrivato a destinazione.”
L’impiegato con gli occhiali non poté fare a meno di notare un certo tono sarcastico, nella voce del suo navigatore satellitare, ma l’ignorò e parcheggiò nell’apposito spazio. Scese dall’auto, si avvicinò alla colonnina del car-sharing e disse il suo nome. Si accese una luce verde.
– Lascio l’auto alle ore 20:20. Nessun evento da riportare.
Un: “bip” gli notificò l’avvenuta ricezione del messaggio. Leggi il racconto

Condividi:

Vice-Valori

Mal-fattori antichi e moderni

Chiunque abbia letto qualche libro di storia sa bene che le peggiori manifestazioni dell’animo umano – furti, violenza, sopraffazione, egoismo e così via – non sono appannaggio esclusivo di questo periodo storico, ma erano presenti, faccio per dire, anche nel Giappone dell’era Meiji, nella Francia del 1200 o nella Roma papalina del diciassettesimo secolo. Questo innegabile dato di fatto può spingerci a credere che determinati atteggiamenti deteriori non siano nulla di nuovo e che l’unica differenza fra i malandrini del passato e quelli del terzo millennio sia la foggia degli abiti indossati, ma non è così.

Leggi l’articolo

Condividi: